venerdì 4 agosto 2017

Time Deal di Leonardo Patrignani - Recensione

Buon pomeriggio a tutti, oggi post in ritardo rispetto al solito perché i tecnici mi hanno dovuto staccare il PC per aggiustare delle cose e l'ho riavuto solo adesso. Comunque, oggi vi parlo di Time Deal di Leonardo Patrignano, edito De Agostini (al prezzo di  per la versione digitale e di  per la versione cartacea - puoi acquistarlo ).


Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.

"...il fututo, la fortuna, la salute e dunque l'esistenza stessa di ogni creatura non erano altro che un contratto con il tempo. "

Avevo alte aspettative a proposito di questo romanzo per via della grande pubblicità positiva che gli era stata fatta, quindi quando mi è stato proposto di leggerlo ho subito accettato perché mi aveva incuriosito come romanzo. Mi dispiace dirvi che sono rimasta molto delusa (e penso di non essere l'unica visti alcuni commenti di colleghi blogger). Ma partiamo dall'inizio! 

La storia è quella di Julian, un ragazzo povero che vive in uno dei quartieri malfamati di Aurora con sua sorella, Sara, dopo aver perso i suoi genitori. Julian ha vissuto tutta la sua vita con il suo migliore amico Stan, un ragazzo altrettanto povero con un padre e un fratello malato che cerca disperatamente di trovare il denaro per mantenere la sua famiglia.  Julian è fidanzato da sempre con Aileen, una ragazza figlia di avvocati molto potenti chr vive bel quartiere residenziale più ricco di Aurora. Aurora è un'isola del Pacifico dove l'umanità si è rifugiata dopo una guerra nucleare che ha inquinato l'ambiente dell'intera terra meno che quello di Aurora. A governare ad Aurora, con discrezione e con numerosi alleati è la TD Pharma, una casa farmaceutica che ha inventato un medicinale rivoluzionario e che sta prendendo lentamente il comando di tutta Aurora. Julian sarà costretto a prendere decisioni rischiose per salvare la dua vita, quella di sua sorella e quella di Aileen invischiandosi in una guerra che è solo agli inizi. 

Grazie alla Dea per la copia digitale ❤

Il problema che ho riscontrato in questo romanzo non sta tanto nello stile di scrittura dell'autore, che al contrario ho apprezzato moltissimo, scorrevole e davvero ben articolato, il problema del romanzo sta nella trama in sé e nello sviluppo, o per meglio dire, non sviluppo della trama.
Per farla breve, il romanzo, secondo me, non ha mai preso il volo, non ha mai avuto una svolta e sono state poche le pagine che davvero mi sono piaciute, sopratutto le ultime e quelle dedicate alla storia tra Julian e Aileen, per il resto mi è sembrata una storia con grande potenziale ma sviluppata in maniera mediocre. Questo è, ovviamente, quello che penso e ho sentito io durante la lettura del romanzo che, per questi motivi, mi sono trascinata per mesi interi sin dalla sua uscita senza mai riuscirlo a finire, perché non stava andando da nessuna parte, mi sembrava noioso e senza scopo. 

I personaggi, invece, mi sono piaciuti molto, soprattutto Aileen, un personaggio molto interessante, condizionato dalla mentalità dei propri genitori ma con una mente eccellente che le permetteva di capire dove fosse il problema dell'intero sistema imposto dalla TD Pharma, una ragazza davvero in gamba che ho adorato sin dal primo momento. E poi Julian, anche lui mi è piaciuto molto con i suoi ideali, il suo amore per la sua famiglia e, soprattutto, per Sara e Aileen. 

Sinceramente spero l'autore scriva un seguito per questa storia perché attualmente questo romanzo non ha portato a niente. Potrebbe essere considerato il prologo di una storia più grande chr verrà sviluppata in seguito?  Lo spero vivamente perché attualmente mi è sembrato un romanzo pieno di potenziale non sviluppato, il che è un peccato! 

Cosa ne pensate? Lo avete letto?  Lo leggerete? 
Al prossimo post, 
  1. Nali ❤

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!