mercoledì 7 giugno 2017

La donna di ghiaccio di Robert Bryndza - Recensione

Buongiorno a tutti e benvenuti, oggi vi parlo di La ragazza di ghiaccio di Robert Bryndza, edito Newton Compton (al prezzo di 9.90 euro per la versione cartacea e di 2.99 euro per la versione digitale - potete acquistarlo qui).


34824563

Il corpo congelato. Occhi spalancati e labbra socchiuse. Come se fosse morta mentre era sul punto di parlare... Quando un ragazzo scopre il cadavere di una donna sotto una spessa lastra di ghiaccio in un parco di Londra, la detective Erika Foster viene subito incaricata dell'indagine sull'omicidio. La vittima, giovane, ricca e molto conosciuta negli ambienti della Londra bene, sembrava condurre una vita perfetta. Ma quando Erika comincia a scavare più a fondo tra le pieghe nascoste della sua esistenza, trova degli strani punti di collegamento tra quell’omicidio e l’uccisione di tre prostitute, assassinate secondo un macabro e preciso rituale. Ma chi era veramente la ragazza nel ghiaccio? Quali segreti nascondeva? Il ritratto che ne dà la famiglia corrisponde alla verità? Erika ha l'impressione che tutti gli elementi a cui si aggrappa nel corso delle ricerche le scivolino via dalle dita, ma è cocciuta, determinata e disposta a qualunque cosa pur di arrivare a capire che cosa si cela dietro quella morte violenta... 

"Non hai idea di come sia crescere potente e privilegiato. Ti dà alla testa. Tutti ti trattano con rispetto, a te e ai tuoi genitori. Il potere trasuda da ogni poro della tua pelle, contagia anche chi ti sta intorno. Il potere ti corrompe, ti avvolge, ti attira..." 

Erika Foster è stata la sorpresa di questa settimana. Quando mi è arrivato a casa a sorpresa il romanzo non sapevo cosa aspettarmi, anche perchè i precedenti thriller che avevo letto non mi avevano entusiasmato molto e questo è anche il motivo per il quale ho una pila di thriller da leggere e nessuna voglia di farlo (ma ora mi sto ricredendo!).
Ho letto la trama e mi è sembrata abbastanza interessante e per questo l'ho iniziato quel giorno stesso infrangendo la regola di non iniziare nuovi romanzo sino a quando non avessi finito quelli già attualmente in lettura e finendo questo romanzo nel giro di pochi giorni. 

Erika è una detective di Manchester chiamata a Londra per risolvere un caso a seguito di una pausa presa dopo la morte di suo marito. Il caso è quello di Andrea Douglas-Brown, figlia di un importante politico londinese, una ragazza piena di segreti, con un fidanzato e una famiglia fuori dal comune. Il caso di Andrea va a rilento a causa della posizione di suo padre che intralcia e dirige le indagini sino a quando Erika, sospesa dal caso, non scopre il collegamento con altri tre casi di omicidi con lo stesso modus operandi. Il caso cambia direzione e Erika riuscirà finalmente a ritrovare il colpevole, non senza farsi un giretto al pronto soccorso!

Grazie alla Newton per la copia! <3
Mi aspettavo il solito thriller mediocre, con una trama scontata e un finale altrettanto scontato e invece mi son dovuta ricredere perchè questo primo romanzo di una serie dedicata a Erika Foster e alle sue indagini non mi ha per niente deluso e, anzi, mi ha sorpresa e fatta ricredere sul genere.
Insomma, non avevo ancora trovato un thriller che fosse degno di questo nome e senza una storia d'amore ad intralciare le indagini, io che, troppo abituata a NCIS, Castle e polizieschi vari sono troppo esigente. Finalmente un autore che rende giustizia ad un genere che merita tanto e che è davvero davvero interessante. La storia è stata sviluppata in modo che noi comprendessimo il colpevole solo con Erika e non prima, come invece succede con altri romanzo di questo genere che, essendo troppo scontati, riesco a capire più o meno a 1/4 della lettura. La donna di ghiaccio è un romanzo davvero originale e ben scritto, con una storia davvero complessa, organizzata e studiata alla perfezione, senza incongruenze e senza dettagli lasciati a loro stessi. L'autore ha saputo curarne ogni parte dando al tutto un finale imprevedibile e davvero davvero originale.

Erika, inoltre, è un personaggio che ho adorato, davvero intelligente, intuitiva e determinata, un poliziotto che non si lascia corrompere dal potere, che non si lascia intimidire dalle minacce perchè crede nella giustizia e la giustizie è l'unico valore che persegue.

Per concludere, il romanzo mi è piaciuto molto e vi suggerisco di leggerlo, soprattutto se cercate un thriller di quelli belli e ben scritti e che non vi facciano annoiare ad un quarto dall'inizio delle vicende!

Cosa ne pensate? Lo avete letto?
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!