lunedì 4 marzo 2019

Tada-kun wa Koi wo Shinai - Manga addicted

Buongiorno lettori e benvenuti, oggi sono qui per parlarvi di Tada-kun wa Koi wo Shinai, uno degli ultimi anime che ho guardato!


Mitsuyoshi Tada, un ragazzo che non ha mai conosciuto l'amore, sta scattando delle fotografie ai ciliegi in fiore quando incontra Teresa Wagner, una studentessa trasferitasi dal Larsenburg. Arrivata in Giappone ha subito perso i contatti con la sua compagna di viaggio, e Mitsuyoshi decide di aiutarla, portandola al coffee shop del nonno.

Avevo iniziato questo anime mesi fa, all'uscita del primo episodio, ma non avendo avuto tempo ho deciso di metterlo da parte per poi riprenderlo in seguito. Quando l'ho ripreso non ho potuto fare a meno di divorarlo in pochissimo tempo e innamorarmi di ogni singolo episodio. 

La storia che ci viene narrata con delicatezza e dolcezza è quella di Tada Mitsuyoshi, un aspirante fotografo che un giorno, mentre sta fotografando i bellissimi ciliegi, incontra Teresa, una studentessa trasferitasi dal Lussenburgo per studiare in Giappone. Tada nota che Teresa è in difficoltà, così si offre di aiutarla e la porta nel cafe di famiglia. 

Nonostante questa storia possa sembrare una semplice storia d'amore tipica degli shojo giapponesi, le tematiche affrontate sono molto profonde e toccanti e i protagonisti contribuiscono a renderle in maniera delicata. Si parla di lutto, di crescere prima del tempo per via delle circostanze, di dovere e piacere e d'amore. Mi è piaciuto molto il modo in cui è stato affrontato il tema del dovere vs il piacere per quanto riguarda il personaggio di Teresa, la quale ha praticamente avuto una vita programmata sin dalla più tenera età e la quale non si sente pronta ad affrontare ciò che l'aspetta, ma che lo fa con coraggio rinunciando alla sua personale felicità per il bene degli altri. 
Anche la storia di Tada mi ha colpito molto e mi ha fatta commuovere, soprattutto il modo in cui lui stesso ne parla, con rimpianto, ma anche con la determinazione di non commettere gli stessi errori del passato, errori che continuano a tormentarlo ancora adesso.

Per quanto riguarda gli altri personaggi, mi sono piaciuti più o meno tutti, alcuni più di altri, ma tra di essi spiccano sicuramente Alec e la sorellina di Tada, le quali vivono un amore abbastanza simile, ma in maniera completamente differente per via delle loro circostanze personali e della loro differenza di età. Mi è piaciuta molto la caratterizzazione di Alec, una ragazza forte, ma allo stesso tempo delicata e simpatica, la perfetta Tsundere, insomma, e devo dire che è sicuramente uno dei miei personaggi preferito assieme a Tada. 

Per quanto riguarda la grafica, non mi ha particolarmente entusiasmata, il tratto e molto delicato e a volte abbastanza approssimativo, in alcuni casi mi è sembrato persino un po' infantile, se devo proprio dirla tutta. Ci sono, però, alcune scene in cui ho apprezzato moltissimo i vari disegni, sopratutto quelle dei paesaggi e dei vari parchi e castelli che Teresa visita durante la sua permanenza in Giappone e, in generale, mi è piaciuto molto che abbiano mantenuto colori molto vivaci e luminosi per tutto l'anime, tranne in alcune scene particolarmente tristi in cui i toni si facevano più decisi e scuri, insomma, ottima scelta di colori e accostamenti. 

In conclusione vi consiglio di guardare questo bellissimo anime shojo se ve lo siete lasciato scappare sin'ora perchè è una storia molto dolce e delicata che fa battere il cuore e tiene con il fiato sospeso sino all'ultimo minuto dell'ultimo episodio. 

Lo avete guardato? Avete intenzione di guardarlo?
Al prossimo post,
Nali <3

2 commenti:

Grazie per la visita, che ne dici di lasciare anche un commento? Rallegreresti la mia giornata!