lunedì 11 dicembre 2017

Ciak si gira - consigli di una filmaholic #15 | Passengers

Buongiorno a tutti e buon lunedì, oggi torna la rubrica Ciak si gira con la recensione di Passengers, il film uscito l'anno scorso con Jennifer Lawrence, un film che ho aspettato un mucchio di tempo per vedere ma che è valso l'attesa!

Risultati immagini per passengers

L'astronave a gestione completamente automatizzata Avalon sta effettuando un viaggio interstellare di 120 anni diretta alla colonia Homestead II, con a bordo 5 000 persone sottoposte a sonno criogenico, persone che per vari motivi hanno scelto di abbandonare il pianeta Terra e trasferirsi a dimorare sul nuovo pianeta. A causa di una collisione con un campo di meteoriti, sull'astronave, teoricamente a prova di inconveniente, inizia a verificarsi una serie di malfunzionamenti. Il primo di essi porta al risveglio con 90 anni di anticipo rispetto al previsto di uno dei passeggeri, l'ingegnere meccanico Jim Preston, che comprende immediatamente che è l'unico essere umano in stato di veglia presente sull'astronave e che la sua vita avrà fine ben prima di esser giunto a destinazione.Jim trova come unico compagno di conversazione il robot barista Arthur. Per quasi un anno tenta di adattarsi alla vita solitaria sull'astronave: dopo aver provato, senza successo, ad entrare nell'area in cui è ibernato l'equipaggio (cosa che solo i membri dell'equipaggio sono autorizzati a fare), su suggerimento di Arthur, usa le opportunità di svago che l'astronave gli offre, si accomoda in una suite di livello superiore rispetto alla semplice cabina destinata a un passeggero come lui e vive l'esperienza di una camminata nello spazio. Dopo quasi un anno, depresso, giunge quasi al suicidio.A questo punto Jim comincia a considerare la possibilità di avere compagnia e aiuto risvegliando un altro passeggero, e la sua attenzione viene attratta dalla giornalista e scrittrice Aurora Lane, della quale comincia a informarsi tramite il computer di bordo. Colpito dalla bellezza e dalla personalità di Aurora, confida questa sua idea ad Arthur, chiedendogli di mantenerla segreta, e dopo una lunga riflessione e molti ripensamenti risveglia la giovane donna lasciandole credere che, come accaduto a lui, si sia trattato di un malfunzionamento della sua capsula.





Risultati immagini per passengers


Ho aspettato un anno per guardare questo film ed è valso l'attesa. Avevo sentito diversi commenti contrastanti a proposito di questo film ed  ero un po' spaventata perchè volevo vederlo ma non sapevo se mi sarebbe piaciuto o meno, visti i diversi commenti che avevo letto...
Non appena iniziata la visione mi sono subito innamorata degli effetti speciali e delle scenografie veramente bellissimi e curatissimi in ogni minimo dettaglio. Ogni più piccola parte delle scenografie mi ha lasciata a bocca aperta e hanno reso la storia molto più bella.

La storia in sè è molto bella e piena di significato, una storia con una morale profonda che deve farci riflettere su ciò che abbiamo e ciò che vorremmo perchè non sempre le due cose combaciano e non sempre possiamo avere ciò che vogliamo, a volte la vita, proprio come accade a Jim, ti riserva un percorso diverso e non bisogna demoralizzarsi, bisogna cogliere la palla al balzo e vivere al meglio quello che la vita ci piazza sulla strada, perchè la vita è breve e abbiamo poco tempo per essere felici!

Diversi sono i temi trattati attraverso la storia di Jim e Aurora, primo fra tutti quello della vita nello spazio, della colonizzazione dell'universo da parte degli uomini, quello della fragilità della vita, su questo tema si snoda l'intera storia e di qui parte la morale dell'intero film, cioè che la vita è breve e che bisogna accettare e approfittare di tutto ciò che ci rende felici, bisogna riempire questo breve lasso di tempo di momenti felici e di persone con i quali viverli altrimenti non ne sarà valsa la pena, e, infine, il tema dell'amore, che si ricollega direttamente al precedente menzionato e che è anch'esso centrale nelle vicende, seppur non sia il più importante.

Fin'ora non avevo mai guardato un film con la Lawrence (no raga, non l'ho visto nè letto Hunger games, shame on me, lo so) e devo ammettere che mi ha sorpreso con la sua interpretazione in questo film. E' riuscita a rendere perfettamente ogni stato d'animo del suo personaggio, che ho adorato. Anche il personaggio di Jim mi è piaciuto moltissimo per la sua profondità e perchè è un personaggio con moltissimi ideali, un grande lavoratore, un uomo che non si arrende e che cerca di trarre il meglio da ciò che ha, seppur è molto molto poco.

Ho amato questo film, seppur sia molto lungo e a tratti abbia dei momenti di calma che rendono la narrazione un po' pesante, e vi consiglio vivamente di guardarlo se ancora non lo avete fatto perchè ne vale la pena, soprattutto se amate i film fantascientifici e siete appassionati di spazio e temi affini!

Cosa ne pensate? Lo avete visto?
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!