mercoledì 18 ottobre 2017

Cronache di un gatto viaggiatore di Hiro Arikawa - Recensione

Buongiorno a tutti e buon mercoledì, probabilmente mentre leggerete questo post io sarò in ansia per una delle tre interrogazioni che ho, o per tutte e tre, chissà...
Comunque, oggi voglio parlarvi di Cronache di un gatto viaggiatore di Hiro Arikawa, un libro uscito lo scorso mese per Garzanti che mi incuriosiva moltissimo (edito al prezzo di 16.90 euro in cartaceo e di 9.99 euro in digitale - puoi acquistarlo qui).

36312911

Nana è un gatto randagio che vive di espedienti. Con la sua bizzarra coda a forma di sette è fiero della sua indipendenza. Ma un giorno ha un incidente. A salvarlo e a prendersi cura di lui è Satoru. Nana all'inizio non si fida, graffia e si ritrae. Non è abituato all'affetto degli uomini. Anche Satoru da tanto tempo non permette a qualcuno di avvicinarsi. Eppure capisce subito come far cambiare idea a Nana: un po' di cibo, una cuccia calda, qualche coccola furtiva. E tra i due nasce un'amicizia speciale che riempie la loro vita. Fino al giorno in cui Satoru deve trasferirsi e non può più occuparsi di Nana. E allora che i due decidono di fare un viaggio, su una vecchia station wagon color argento, per trovare un nuovo padrone tra le amicizie di Satoru. Tra filari di betulle bianche, peschi c canne di bambù, attraverso un Giappone pieno di colori, profumi e panorami dal fascino infinito, incontrano il migliore amico di Satoru da bambino, la prima donna che ha amato e poi perso e il suo compagno di scorribande delle medie. Ma nessuno di loro può prendersi cura di Nana. Sarà invece quest'ultimo ad arricchire le loro vite ricordando quali sono le cose importanti, quelle che regalano gioia e serenità. E quando il viaggio è quasi alla fine, il gatto e il suo padrone capiscono che non possono fare a meno l'uno dell'altro. E che, qualunque cosa accada, vogliono stare insieme. Nonostante tutto. Nonostante ci sia una verità che Satoru non ha il coraggio di dire a Nana. Eppure non ha più importanza. Perché il loro legame durerà per sempre.

"Nel mondo ci sono molti più paesaggi che scompaiono senza che un gatto li veda nemmeno una volta prima di morire."

Quando mi hanno proposto la lettura di questo romanzo ne sono rimasta subito affascinata, un pò perchè era di un autore giapponese del quale non avevo ancora letto niente, un po' per la trama che prometteva qualcosa di non troppo comune. 

La storia è raccontata da diversi punti di vista seppur quello principale rimane quello di Nana, un gatto randagio che ci racconta la sua storia e la sua amicizia con Satoru, un giovane uomo amante dei gatti e con un passato e un futuro molto difficili che lo aspettano. 
Non ci viene detto subito qual è il destino dei due amici inseparabili e questo mistero si protrae per i primi tre quarti del romanzo spingendo il lettore a continuare la lettura. 

La cosa che più mi ha incuriosito e che rende il romanzo molto particolare è,appunto, il pov di Nana che ci racconta seconda la sua vita e le sue esperienze da gatto le vicende che caratterizzano il suo viaggio con Satoru. La cosa bella è che si nota quanto l'autore abbia studiato il pov del gatto che è curato in modo da sembrare realistico, con dettagli sui gatti, precisazioni dal punto di vista delle sue conoscenze, limitate in quanto non capace di leggere e scrivere o di distinguere determinati colori, e dal punto di vista dei dialoghi con gli altri animali o con gli umani stessi che sono molto divertenti e, a tratti, soprattutto verso la fine, fanno riflettere moltissimo. 

Grazie a Garzanti! <3
In foto una me che tenta di imitare la copertina...

Una delle cose che mi sono piaciute di più del romanzo è il rapporto che Satoru è riuscito ad instaurare con Nana, un gatto all'apparenza diffidente che però ha tanta voglia di essere amato e sa essere anche molto fedele, come ci viene mostrato nel romanzo. 
Inoltre, un'altra cosa che mi è molto piaciuta è il rapporto che l'autore ha descritto tra i vari personaggi che ci vengono presentati nel romanzo e Satoru, un ragazzo complesso, con segreti nascosti e una personalità che lo spinge a nascondere la sofferenza dietro sorrisi e scuse. Un ragazzo che l'autore ha caratterizzato in maniera magnifica e che mi ha colpito davvero tanto per la sua profondità e per la sua storia. 

Sono arrivata alla fine di questo romanzo con le lacrime agli occhi e non mi capitava da un bel pò di commuovermi per un romanzo (a parte Possession Rovina *-*) ed è anche questo che mi ha fatto capire quanto speciale fosse questo romanzo. Sono al termine della storia ho capito quante cose mi ha trasmesso, quanti insegnamenti erano insiti una storia apparentemente semplice ma che nasconde molto al di sotto della superficie delle parole. 
Un romanzo che ci insegna a vivere la vita amando gli altri, amando il mondo e prendendoci cura di tutti coloro che ci circondano senza covare rancori che a lungo andare potrebbero distruggerci. Un romanzo che ci insegna a godere delle bellezze di questa vita che è effimera e mai giusta. 
Un romanzo che mi sta facendo diventare filosofica e piagnucolona più di quando ho un interrogazione il giorno dopo e non ho capito una parola di tutto quello che ho letto (ops, forse è proprio così in questo momento, ops.)

Comunque, mettendo da parte tutti i miei vaneggiamenti, vi consiglio vivamente di leggere questo romanzo particolare e non per tutti che, se riuscirete a capirlo, vi catturerà il cuore come ha fatto con me...

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete?
Al prossimo post,
Nali <3


8 commenti:

  1. La trama mi piace tantissimo... Lo leggerò sicuramente

    RispondiElimina
  2. Ciao! Il libro sembra interessante ;)
    P.S. grazie per essere passata nel mio WWW e comunque sono già un tuo iscritto ;);)

    RispondiElimina
  3. I gatti randagi sono sempre protagonisti interessanti! Non vedo l'ora di leggere questo libro 😘

    RispondiElimina
  4. Mi informerò meglio a riguardo perchè mi hai incuriosito!

    RispondiElimina
  5. Recensione bellissima, complimenti! Mi hai incuriosita molto!

    RispondiElimina
  6. Dalla trama sembrerebbe interessante, l’ho aggiunto alla wishlist 🙈

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!