venerdì 15 settembre 2017

School 2017 - La rivincita di coloro che non hanno voce

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un drama che cade a pennello visto il periodo, un drama che fa parte di una serie davvero lunga. Se non lo aveste capito, sto parlando di School 2017, che è stato il mio guilty pleasure estivo e che ho terminato di vedere in settimana per parlarvene!


Trama

La protagonista è Ra Eun Ho, una diciottenne che frequenta la Geumdo High School, una scuola superiore privata che è molto famosa per i suoi validi risultati ma che all'interno è tutta marcia. La scuola funziona secondo una classifica basata sui voti, più in alto si è nella classifica meglio si viene trattati a scuola. Una scuola basata sui privilegi, sulla ricchezza e sui voti, una scuola nella quale si farà avanti una voce fuori dal coro, il cosiddetto X, un eroe in felpa nera che cercherà di fare giustizia in un posto dove la giustizia non è neanche contemplata. 

Commento

Non mi capita spesso di consigliare spassionatamente un drama, soprattutto se lo sto ancora guardando e se sono solo ai primi episodi, ma è quello che è successo con School 2017, un drama sul quale avevo aspettative altissime che, nonostante la storia d'amore un pò messa da parte (ma non troppo), non sono state affatto deluse. 
Sin dal primo episodio mi sono innamorata del protagonista maschile, ma come darmi torto?
A parte il suo bell'aspetto è davvero un personaggio molto controverso, pieno di segreti e con un lato protettivo e dolce nascosto che mi hanno fatta sciogliere *-*
Anche il personaggio femminile principale mi è piaciuto moltissimo, una giovane piena di sogni con la determinazione e la forza per realizzarli e con uno spirito ribelle non indifferente. Insomma, Eun Ho mi ha ricordato un pò me e mi sono subito affezionata al suo personaggio.
Gli altri personaggi che mi sono piaciuti sono Bo Ra, che quando ha preso in mano la sua vita e le sue emozioni è diventata una forza e il professor Shim, con la sua determinazione e il suo amore per l'insegnamento e per i suoi alunni (se tutti i professori fossero come lui, il mondo sarebbe un posto migliore). 

Per quanto riguarda la storia, il personaggio di X è il filo conduttore dell'intera trama e attorno a lui girano le vicende raccontate. Grazie al suo personaggio e ai numerosi che gireranno attorno alle vicende notiamo una critica alla società coreana basata sulle conoscenze e le ricchezze e non sulla meritocrazia, una società corrotta dal denaro dove i più forti vincono e vengono sommersi dalle ingiustizie causate dai ricchi e potenti. Le ingiustizie regnano sovrane non solo nella scuola ma anche al di fuori, dove genitori facoltosi fanno di tutto per i loro figli. Una società dove se non sei ricco e potente non puoi niente, non hai voce, non hai nessuno dalla tua parte. 
Ho amato questo tema centrale e l'ho trovato davvero azzeccatissimo per questo nuovo School perchè si sofferma su temi di attualità e lo fa con attenzione e ma anche con una vena ironica e a tratti satirica. 

La storia d'amore, invece, è un pò più marginale rispetto a queste vicende ma vi si intreccia da un certo punto in poi, nonostante rimanga sempre un argomento marginale. Comunque le scene dolci non mancano e vi faranno venire gli occhi a cuoricino, soprattutto perchè Tae Woon oltre ad essere bellissimo è anche un amore di ragazzo, credetemi!

Devo ammettere che un'altra cosa che ho amato di questo drama sono le uniformi scolastiche *-* Ho un'ossessione per le uniformi scolastiche ma da noi non si usano quindi non ho mai avuto l'occasione di indossarne una... Comunque, ogni volta che vedo un drama/manga/anime ambientato in una scuola con delle uniformi mi vengono gli occhi a cuoricino. Lo ammetto, questo è il mio guilty pleasure!

Comunque, vi consiglio questo drama se vi piacciono le serie tv scolastiche e se volete vedere qualcosa di divertente ma anche istruttivo e pieno di insegnamenti di  vita. (Le angolazioni che mi uccidono... --->)                                                                                                 

Il sistema scolastico Coreano

L'istruzione in Corea è di due tipi, come quella Italiana, privata e pubblica. Entrambe ricevono fondi dallo stato anche se in quantità diverse per ovvi motivi. 

Comunque, la Corea è uno dei paesi più alfabetizzati al mondo ma è anche il secondo paese con il più alto numero di suicidi al mondo, soprattutto in età adolescenziale, questo per via della pressione che gli studenti devono subire ogni anno.
Ciò che conta in Corea è entrare nelle più prestigiose università della Nazione (una sorta di Yvy League Coreana) che fanno parte della SKY, un acronico che comprende le tre migliori università del paese, Seoul National University, Korea University e Yonsei University che richiedono requisiti davvero impossibili per ammettere uno studente ai loro corsi.
Per entrare all'università ci si prepara per un esame durissimo, un esame che tutta la nazione attende, per il quale ci si prepara per mesi, senza tregua, studiando come pazzi e spendendo soldi su soldi in scuola private e doposcuola dove gli studenti vengono indirizzati e istruiti e aiutati a raggiungere i loro obiettivi. 
A proposito di questo vi propongo un cortometraggio, mandato in onda tempo fa sulla Rai (in caso non lo aveste già visto) nel quale viene spiegato in maniera più approfondita l'intero sistema e in cui viene messa in evidenza la condizione degli studenti coreani. 
E' un documentario davvero valido e ben fatto che vi mostrerà il vero volto della Corea, una nazione basata sull'istruzione dei suoi studenti soggetti a pressioni indicibili! Lo trovate QUI e buona visione.

Cosa ne pensate? Lo avete visto? Lo guarderete? 
Al prossimo post,
Nali <3

1 commento:

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!