lunedì 18 dicembre 2017

Due novelle di Natale - La ghostwriter di Babbo Natale e Agata e il trambusto di Natale | Blogmas #1

Buongiorno lettori, oggi inizia ufficialmente il blogmas sul blog, che si andrà ad affiancare alle normali recensioni, altrimenti mi si accumulano ventimila post e non so quando postarli! Comunque, in questo primo appuntamento voglio proporvi due novelle di Natale che sono degli spin-off di una serie di romanzi e di un libro stand alone. La prima novella è La ghostwriter di Babbo Natale di Alice Basso (la potete scaricare gratuitamente qui), uno spin-off della serie di Vani Sarca (trovate le recensioni dei primi tre romanzi quiqui e qui, recuperateli che in primavera esce il seguito!), mentre la seconda è Agata e il trambusto di Natale di Chiara Moscardelli, l'autrice che mi aveva fatto ridere con la sua protagonista ipocondriaca e una storia improbabile (potete scaricarla qui mentre la recensione del romanzo la trovate qui). Bene, direi di iniziare dopo questa lunghissima introduzione!

La ghostwriter di Babbo Natale: Un racconto di Natale di Vani Sarca di [Basso, Alice]

La ghostwriter di Babbo Natale ci porta indietro al 2006 e ritroviamo una Vani Sarca più giovane ma non per questo meno sarcastica. In meno di cento pagine la Basso è riuscita, con questa novella, a divertirmi e a regalarmi una breve lettura di Natale che mi ha permesso di entrare nel mood delle feste (che qui da me scarseggia, ahimè). 
Quella che ci viene raccontata è la storia di come Vani ha risolto il mistero di un giocattolo scomparso e di come ha creato il suo solido rapporto con Morgana. E' una storia davvero molto carina e riprende anche alcuni avvenimenti di cui abbiamo letto nei romanzi principali della serie, anche se solo accennandoli attraverso il sarcasmo e la vena ironica della protagonista che ci dimostra ancora una volta che investigatori si nasce e non lo si diventa.


Se avete letto la storia Agata sapete già cosa aspettarvi da questa novella, se non lo avete fatto, cosa aspettate?! 
Questa è una breve storia di non più di 5 pagine con la quale l'autrice ci racconta il Natale a casa della madre di Agata, una donna un po' fuori dal comune che ha condizionato Agata al punto da renderla ipocondriaca e anche un po' fuori di testa. La storia riprende da dove finiva il romanzo principale, se non erro, potrebbe anche essere un piccolo spin-off su cosa succede mentre Calcaterra affronta una delle sue avventure, e riprende alcuni degli argomenti principale della storia di Agata e di Calcaterra, una storia che mi aveva fatta ridere tantissimo per via della protagonista un po' stramba! Quindi, se avete letto il romanzo e vi va' di leggere del natale di Agata e delle sue paranoie su questa festa, questa novella non potete proprio perderla!

Cosa ne pensate? Vi interessano queste due novelle? Le avete lette?
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!