mercoledì 28 giugno 2017

La ragazza italiana di Lucinda Riley - Recensione

Buongiorno a tutti e benvenuti, oggi si riparte con i post e vi propongo la recensione di un romanzo che mi ha emozionata sin dalle prime righe della dedica (il che la dice tutta), La ragazza italiana di Lucinda Riley (edito al prezzo di 14.90 euro per la versione cartacea e di 8.99 euro per la versione digitale - potete acquistarlo qui).

35406692

Napoli, 1966. E' una splendida giornata estiva e la casa dei Menici ferve di preparativi per la festa che si terrà quella sera. Rosanna ha solo undici anni e sogna di diventare bella e corteggiata come la sorella maggiore Carlotta, che con la sua pelle di velluto e i lunghi capelli scuri attira su di sé tutti gli sguardi. Ma Rosanna ha un altro dono, che la rende davvero speciale: una voce straordinaria in grado di incantare chiunque la ascolti. Soprattutto il giovane Roberto Rossini, brillante studente della Scala di Milano, che dopo l'esibizione di Rosanna propone a suo padre di farla studiare con uno dei più grandi maestri della lirica. Un incontro fatale, quello tra Roberto e Rosanna, che segnerà per sempre il loro destino.
Milano, 1973. Ormai una giovane donna sensibile e appassionata, Rosanna ha finalmente realizzato il desiderio di essere ammessa alla Scala. Inizia per lei un periodo inebriante: il ritmo della metropoli, le estenuanti prove di canto, i primi gloriosi passi sul palcoscenico. E sarà proprio qui che le strade di Rosanna e Roberto si incroceranno di nuovo. Affascinata e intimorita da quell'uomo carismatico e sfuggente, sempre circondato da donne bellissime e acclamato nei teatri di tutto il mondo, Rosanna finisce per essere travolta da un sentimento potente e inarrestabile. Ma un segreto nascosto nel passato di Roberto e le oscure trame di una donna senza scrupoli minacciano di infrangere tutti i suoi sogni...

"...possiamo amare qualcuno con tutto il cuore, ma questo non significa che quella sua la persona giusta per noi." 

E' sempre difficile scrivere una recensione per un romanzo che ho amato, a maggior ragione se il romanzo in questione è La ragazza italiana di Lucinda Riley un romanzo che mi ha fatta piangere dopo mesi di apatia durante la lettura dei romanzi. Non mi emozionavo per un romanzo da un pò e questo romanzo mi ha regalato emozioni che pochi romanzi riescono a trasmettermi.

La storia raccontata è quella di Roberto Rossini e Rosanna Menici, due personaggi che mi hanno provocato sensazioni differenti, quasi opposte e che ho amato e odiato a seconda delle vicende narrate nel romanzo. Due personaggi così simili ma così diversi, da un lato Rosanna, così pura, gentile e ingenua e dall'altra Roberto, sicuro di sè, disinibito e incurante, due personaggi che si sono incontrati e il cui amore ci viene raccontato dalla stessa Rosanna. L'amore tra questi due personaggi è quel tipo di amore che si vive una volta sola nella vita, quel genere di amore che spinge le persone a essere egoiste e ceche e che fa soffrire, un amore che non sbiadisce mai, che è sempre presente e che nè il tempo, nè le circostanze possono spezzare.
La storia dei due amanti ci viene raccontata sulle note di alcune delle più famose opere liriche di tutti i tempi e ci porta in viaggio per visitare i più grandi e famosi teatri al mondo!



Con questo suo nuovo - vecchio romanzo (se leggerete la prefazione capirete) Lucinda Riley mi ha conquistata sin dalla prima riga della dedica, mi ha provocato brividi e mi ha emozionata con la sua storia, i suoi personaggi e, soprattutto, con il suo stile di scrittura magnifico e scorrevole. 
Ho amato il romanzo dall'inizio alla fine, anche se a tratti ho odiato Roberto per il suo comportamento immaturo, nonostante la sua età. Ho amato le ambientazioni, Luca, Rosanna, Abi ed Ella che con la loro presenza hanno reso questo romanzo magnifico. Ho amato il finale, un finale che mi ha emozionata, un finale non scontato che mi ha provocato i brividi e che non è stato scontato!

Insomma, ho amato questo romanzo dall'inizio alla fine, nonostante la mia recensione non gli dia la giustizia che merita, e ve lo consiglio vivamente, se ancora non lo avete letto, perchè ne vale la pena, ne vale davvero la pena! 

Cosa ne pensate? Lo avete letto? 
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!