lunedì 15 maggio 2017

Blogtour #Nonditeloalloscrittore - Sesta Tappa - La letteratura attraverso gli occhi di Vani Sarca

Buongiorno a tutti e buon lunedì, oggi sono qui (dopo secoli di silenzio ma nei quali non ho smesso di scrivere post da proporvi, sto solo aspettando di sistemare un pò la grafica e tutti il resto...) per presentarvi la mia tappa del Blogotour dedicato a Non ditelo allo scrittore, il nuovo romanzo di Alice Basso con protagonista la nostra ghostwriter preferita, la cara Vani Sarca. Il romanzo è in uscita per Garzanti (al prezzo di 9.99 euro per la versione digitale e di 16.90 euro per la versione cartacea - puoi acquistarlo, prenotarlo QUI). - Ovviamente la mia recensione, che ho già pronta, arriverà una volta sistemato un pò il blog, quindi presto!-


Questa volta, il compito affidato a Vani dal direttore della sua casa editrice è una vera e propria sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo lei può farlo uscire dall'ombra. Ma per renderlo un comunicatore perfetto, lei che ama solo la compagnia dei suoi libri e veste sempre di nero, ha bisogno del fascino ammaliatore di Riccardo. Lo scrittore che le ha spezzato il cuore, ora è pronto a tutto per riconquistarla. Intanto il commissario Berganza è sicuro che Vani sia l'unica a poter scoprire come un boss agli arresti domiciliari riesca comunque a guidare i suoi traffici. Ma non è l'unico motivo per cui desidera averla vicino. E quando la vita del commissario è in pericolo, Vani rischia tutto per salvarlo...


Si capisce sin dal primo romanzo di questa splendida serie che la nostra protagonista, Vani, ha un rapporto davvero molto interessante con la letteratura e con tutto ciò che vi è direttamente connesso. Vani , essendo una ghostwriter, ha a che fare con lavori di tutti i tipi, con tutti i generi letterari ma non bisogna dimenticare che, prima di diventare una ghostwriter, ha letto alcuni dei più famosi capolavori letterari mai scritti, da Dostoevskij a Fitzegerald, da Piccole Donne a Jane Austen con il suo Orgoglio e pregiudizio sino ad arrivare agli autori moderni di gialli e non disdegna nessun libro, romanzo o saggio che possa aiutarla nel suo lavoro.
Come è possibile dedurre dai numerosi flashback disseminati nei tre romanzi, Vani ha sempre avuto una predilezione per la lettura, predilezione che superava qualsiasi cosa e che superava di gran lunga la compagnia di qualsiasi altro essere vivente. Vani ha sempre vissuto nel suo mondo fatto di parole e lettere come se fosse un rifugio per sfuggire ad una realtà che le stava stretta, una realtà che non la rappresentava, che sopprimeva i suoi stimoli e che la vedeva molto più intelligente della maggior parte dei suoi coetanei e non solo, anche di coloro che doveva essere più maturi ma che in realtà si dimostravano poco maturi e troppo attaccati alle apparenze piuttosto che a ciò che risiedeva all'interno del suo cuore e della sua mente.
Inoltre, Vani cerca sempre di affrontare la realtà, di interpretare ciò che la circonda e di esprimere le sue riflessioni rafforzandole con riferimenti letterari molto intelligenti che dimostrano la sua vasta conoscenza della letteratura di tutti i tempi e che ci fanno capire quanto alcuni romanzi abbiano influenzato la sua visione del mondo e delle persone, in meglio o in peggio. Poi c'è anche la questione dell'immedesimazione e dei rapporti che Vani riesce a creare con i personaggi letterari di cui legge. Insomma, la nostra ghostwriter oltre a prendere spunto per la propria vita dai capolavori letterari, crea anche un rapporto con i loro personaggi, un rapporto quasi di amicizia sul quale potrà sempre contare perchè, infondo, lo sappiamo tutti, le persone tradiscono e ci abbandonano, i libri sono sempre con noi per farci compagnia che sia un buon momento o un momento terribile della nostra vita.

Insomma, la nostra Vani vive nei libri, attraverso i libri e con i libri, vive le avventure che altri milioni di lettori hanno vissuto prima e dopo di lei nonostante la sua vita sia già molto piena di avventure ed è proprio questa la parte più bella e interessante del suo stretto rapporto con la letteratura.

Giveaway 

Coloro che parteciperanno attivamente, commentando tutti i post del Blogtour, avranno la possibilità di aggiudicarsi una delle tre copie del nuovo romanzo di Alice Basso, Non ditelo allo scrittore.
Riterremo valida la partecipazione solo di coloro che avranno seguito tutte le regole specificate sopra e che avranno commentato TUTTE le tappe del Tour entro le ore 12 di sabato 20 maggio.
Nel pomeriggio del 20 maggio procederemo con l'estrazione dei vincitori tramite il sito Random.org.
I vincitori saranno contattati da noi via mail per concordare la spedizione e annunciati con un post sulle pagine Facebook dei blog organizzatori - quindi domeni 20 tenete d'occhio le nostre pagine e continuate a seguirci in questo magnifico BT alla scoperta di un romanzo fantastico!

Per oggi è tutto con la mia tappa, continuate a seguirci e...COMMENTATE, COMMENTATE, COMMENTATE e non perdete l'occasione di aggiudicarvi questo magnifico romanzo!

Cosa ne pensate? Qual è il vostro rapporto con la letteratura?
Al prossimo post,
Nali <3

23 commenti:

  1. Io leggo tanto, ma non sono all'altezza di Vani e mai lo sarò, ma come personaggio mi piace davvero tanto.
    Certo, se potessi leggere tutto il giorno ininterrottamente non sarebbe male, e invece mi tocca fare un sacco di cose noiose, come stirare... Oggi mi tocca!

    RispondiElimina
  2. Rispetto a Vani che fin da piccola si è cimentata nella lettura di grandi capolavori letterari io mi sono avvicinata ad essi crescendo :-) Meglio tardi che mai!! Probabilmente quando ero piccola mi spaventavano questi romanzi rinomati, temevo mi potessero annoiare!
    Ringrazierò sempre una mia professoressa di italiano che con la sua passione per la lettura e con il suo modo coinvolgente di raccontarci le trame di grandi libri mi ha fatta entrare nel mondo meraviglioso della lettura.

    RispondiElimina
  3. Adoro leggere, ma non vivo nei libri, nè di libri. I libri sono per me una piacevole compagnia, specialmente in Inverno nelle giornate grigie e fredde, ma per il resto la vita vera è fuori di esse

    RispondiElimina
  4. Ho appena scoperto di avere qualcosa in comune con Vani, l'amore per i libri e la lettura!!!

    Leggere mi ha salvata in tante situazioni, i libri non mi hanno mai lasciata da sola!!!

    La letteratura mi piace molto, soprattutto quella inglese, non a caso i miei romanzi preferiti sono "Cime Tempestose" e "Orgoglio e Pregiudizio" ♡.♡
    Leggo molto spesso classici, li trovo affascinanti!!!

    Partecipo al blogtour e al Giveaway ;-)
    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=887713308047068&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità ♡

    RispondiElimina
  5. Io ho sempre considerato la letteratura un universo contenente universi, e le pagine dei libri porte di accesso a quegli universi. Amo i classici e ci sono delle volte che mi prende una tristezza assurda nel pensare di non poter vedere mai un calesse o un gran ballo. (Patetico, forse). Sono circondata da persone che non amano la lettura quanto la amo io, per questo, forse, citazioni e riferimenti letterari li tengo più che altro per me.

    (Ho condiviso questa tappa su twitter: https://twitter.com/sofia_barboni/status/864039627958702080)

    RispondiElimina
  6. Ciao, anch'io amo molto la letteratura, ma non sono preparata come Vani, ho ancora molti classici da leggere, ma conto di affrontarli poco alla volta! In generale adoro la lettura, è uno dei miei passatempi preferiti e, quando un libro mi prende tanto, da una parte sono curiosa di arrivare alla fine, dall'altra però mi dispiace lasciare i personaggi ai quali mi sono affezionata!

    RispondiElimina
  7. Manca poco all'uscita ed io sono in fibrillazione. Poi con il blog tour ho ancora più curiosità.

    RispondiElimina
  8. Io adoro i classici, e ho cominciato a leggerli molto presto. Alcuni mi hanno annoiato a morte ovviamente, perché forse ero troppo giovane per apprezzarli (per esempio sto ancora cercando quel genio che donò alla biblioteca della scuola elementare che frequentavo La Figlia del Capitano di Puskin. Io pensai ad una storia di pirati e decisi di leggerlo. Lo finii, ma avevo dieci anni, e odiai ogni singola riga!!). Alcuni classici li ho letti "per forza" a scuola, e sto cominciando ad apprezzarli adesso. per esempio Pirandello, oppure Verga. E' un peccato che oggi la lettura dei classici non sia tanto gettonata a scuola. Sembra una barbara imposizione, ma se alternata con letture a scelta dello studente sarebbe utile secondo me. Tutto questo per dire boh... che la letteratura la amo, ma che l'amore va anche coltivato perché magari pensi di non averlo, e invece poi scopri che ce l'hai.

    RispondiElimina
  9. La cosa che più di tutte ho apprezzato di Alice Basso è il modo in cui è riuscita a fare della letteratura il filo conduttore di questa serie, senza forzature né strafalcioni, pur spingendosi ben oltre i riferimenti e le citazioni, dosando con intelligenza il gioco metaletterario e l'autocitazione: è così ad esempio che prende vita un personaggio come Berganza, il commissario che si veste come un commissario e ha una passione per i gialli, è così che fare di Vani una ghostwriter, permette sì da una parte di gettare una luce diversa, uno sguardo dall'interno, sul mondo dell'editoria, ma dall'altra diventa anche un espediente per parlare dei libri, del modo in cui funzionano, del mestiere di scrivere. E' questo a rendere questa serie tremendamente affascinante.

    La mia mail:
    rosasusi93@gmail.com

    Mi trovi iscritta tra i lettori come Rosa Susi e seguo su FB con lo stesso nome.

    RispondiElimina
  10. Alice è una donna speciale. E' in grado di portarti a conoscenza di storie e canzoni che non conosci e ti incuriosisce abbastanza da dar loro una possibilità. Non sono un'amante dei classici, lo ammetto.

    I pochi che ho letto li ho apprezzati al quarto anno di superiori, in preparazione a quello che sarebbe poi stato l'ultimo anno con la maturità. La mia passione per la lettura è maturata con me, mi son misurata con testi a cui ora come ora non darei possibilità.

    Il motivo? Li trovi troppo lontani da quello che amo della lettura, ovvero la fluidità della storia. E' proprio questione sintattica, faccio fatica con alcuni testi. Non ho apprezzato Gatsby ma non mi è dispiaciuto Jekyll, per dirne due.

    Ai tempi avevo adorato Verga e D'Annunzio, Marco Polo l'ho odiato e amato ma ora lo rileggerei volentieri...

    Ti seguo come Niente di Personale, la mia mail è: nientedipersonale17@gmail.com
    FB: https://www.facebook.com/rosaria.sgarlata/posts/1350301491714914

    RispondiElimina
  11. Non c'è cosa più bella dell'amore per i libri e per la letteratura :)

    RispondiElimina
  12. Io vivo per leggere e non vedo l'ora di avere tra le mani la nuova storia di Vani.

    RispondiElimina
  13. Adoro leggere ma vivo nella realtà e proprio per questo che i libri sono la mia ancora di salvezza
    grazie fantastica tappa
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Bellissima tappa,sento un'affinita' con Vani,i libri sono la mia più grande passione,mi rifugio in un bel libro per rilassarmi e liberare la mente dai problemi quotidiani.
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  15. ho amato entrambi i romanzi della Basso e sono curioso di vedere cos'altro attenderà Vani nella sua terza avventura. E non dev'essere facile trovare un altro come lei, un ghostwriter. Spero di leggere presto questo libro ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  16. Io adoro Vani, con il suo essere sempre sopra le righe!
    Anche io amo leggere, ma non riesco a leggere tanto quanto vorrei! i libri sono la mia isola felice in cui mi rifugio e mi rilasso!

    La mia mail: giulia_c2001@yahoo.it

    RispondiElimina
  17. Credo che tutti noi lettori possiamo immedesimarci nella descrizione di Vani e del suo rapporto con la lettura, rapporto unico, che soltanto noi lettori possiamo capire. Io non potrei mai immaginare la mia vita senza i libri, e quando penso a chi non legge, ritenendo a prescindere, senza aver mai provato, la lettura qualcosa di noioso, dico tra me e me: non sanno cosa si perdono!
    Link di condivisione dell'evento su Facebook:
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=461567754185230&id=100009960271401&ref=
    Lettrice fissa dei blog come Alexandra Scarlatto e messo like alle pagine Facebook sempre come Alexandra Scarlatto; se i like non si vedono, so che può capitare, vi faccio vedere gli screenshot.
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre all'evento, per sicurezza condivido con l'hashtag anche le varie tappe.
      Ecco il link di condivisione di questa:
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=462136374128368&id=100009960271401

      Elimina
  18. Questa tappa mi rappresenta molto! Io vivo nei libri 😍😍 molte volte la fantasia e più bella della realtà..e sin da piccola mi sono sempre buttata sulla lettura! La mia email è: Jess_serra@libero.it 🐞🍀

    RispondiElimina
  19. Davvero! Concordo con quanto scrivi! Una delle cose che mi ha sempre affascinato in Vani è questa sua vasta conoscenza della letteratura...che meraviglia sarebbe assomigliarle un po'!
    Ciao a tutti!!!!

    RispondiElimina
  20. Bellissima tappa ♡
    Mi sento molto legata a Vani, anch'io come lei amo i libri, vivo nei libri e per i libri ...
    Quello di Vani è davvero un bel personaggio, ed io non vedo l'ora di scoprirlo pienamente :)
    Io non potrei vivere senza la lettura, è il mio modo per ritagliarmi un po di tempo tutto per me ♡

    Partecipo con immenso piacere al BlogTour e al Giveaway ♡
    Di seguito vi elenco tutte le regole che ho rispettato!!
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome: Elysa Pellino
    Seguo tutte le pagine Facebook dei blog partecipanti al BlogTour sempre con lo stesso nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    ( Ho commentato e condiviso le tappe precedenti )
    Ho condiviso l'evento su Facebook con l'hashtag #NonDiteloAlloScrittore e taggando alcune amiche :)
    LINK CONDIVISIONE: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10209996114193202?pnref=story
    Ho condiviso questa tappa su Facebook con l'hashtag #NonDiteloAlloScrittore e taggando la pagina del blog " Every book has its story "
    LINK CONDIVISIONE: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10210034424310931?pnref=story
    Grazie per la partecipazione!!
    Buona Fortuna a Tutti ♡

    RispondiElimina
  21. Anche a me piace molto leggere e vorrei avere molto più tempo per farlo!Amo sempre più Vani
    https://www.facebook.com/chicca.tamburrino/posts/1264912373627941
    GFC/FB: Chicca Tamburrino
    e-mail: pleadi@inwind.it

    RispondiElimina
  22. È una serie bellissima perché è divertente, c'è del mistero ma soprattutto ci sono sempre loro: i libri!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!