giovedì 7 dicembre 2017

La forza imprevedibile delle parole di Clara Sánchez - Recensione

Buongiorno a tutti e benvenuti lettori, oggi ben due recensioni negative e, mi dispiace rovinarvi la sorpresa questa sarà a proposito di La forza imprevedibile delle parole di Clara Sánchez, edito Garzanti (al prezzo di 9.99 euro in digitale e di 17.60 euro in cartaceo - potete acquistarlo qui).

36340994

All’improvviso il silenzio della casa sembra avvolgere ogni cosa. Natalia ha appena accompagnato le figlie all’aeroporto e non le resta che aspettare il ritorno del marito dal lavoro. Non è questa la vita che aveva immaginato. Non era così che si vedeva dopo i quarant’anni. Per questo quando le arriva l’invito a un aperitivo nell’elegante casa di un’amica decide di accettare. Ma quello che doveva essere un tranquillo pomeriggio di chiacchiere diventa qualcosa di più. Perché quella sera Natalia incontra l’affascinante Raúl Montenegro. L’ombroso avventuriero la conquista con i suoi racconti e, accanto a lui, Natalia ritrova una voglia di vivere che credeva perduta. Perché a volte le parole hanno un potere inaspettato e la loro forza può essere imprevedibile. Dal giorno seguente, però, Natalia comincia a ricevere strani biglietti, che la riempiono di dubbi. Non riesce a spiegarsi questo comportamento di Raúl: nulla durante il loro primo incontro le aveva lasciato presagire di non potersi fidare di lui. Finché l’uomo le propone un incontro al quale poi non si presenta. Al suo posto c’è uno sconosciuto, che le rivela che Raúl è fuori città. Natalia non riesce a credergli: capisce che l’incontro di quella sera forse non è stato casuale; capisce che qualcosa le viene nascosto. Ma non può immaginare che quel qualcosa sia il centro di un fitto intrico di inganni e di bugie. E Natalia si scopre suo malgrado pedina di una partita che può vincere solo trovando dentro di sé tutta la forza di cui è capace.

Piccola premessa critica, sinceramente trovo che la trama sia troppo lunga per un romanzo che arriva a malapena a 140 pagine, e che non vale neanche più di tanto la pena di leggere perchè, ditemi tutto quello che volete, ma a me è sembrata una grande accozzaglia di cose insensate buttate giù giusto per e i 17.60 euro del cartaceo potete benissimo risparmiarli, credetemi, compratevi un Adelphi o un altro dei magnifici romanzi Garzanti, ma non proprio questo, vi prego...

E adesso vi vado anche a spiegare il perchè di queste mie affermazioni perchè siamo qui per esprimere opinioni sincere e ringrazio la CE per avermi mandato la copia digitale e mi dispiace moltissimo ma il romanzo lo devo proprio bocciare, perchè non ho trovato mezza cosa che mi piacesse e da un'autrice elogiata come la Sanchez mi aspettavo molto di più, sinceramente. 

La storia che la Sanchez cerca di presentarci è quella di un adulterio, quella di un poliziotto alcolizzato, quella di un imbroglione con problemi esistenziali anche gravi, quella di un marito parecchio confuso e quella di un giro di vendita illegale di pietre preziose. Tutto ciò in 140 pagine in cui il narratore passa da un personaggio all'altro come le api con i fiori, cosa che mi ha irritata parecchio perchè del romanzo non si capisce praticamente niente se non che i protagonisti, neanche ben caratterizzati se proprio dobbiamo essere precisi, sono delle persone piene di problemi, con una propensione alla menzogna e all'adulterio e io in tutto questo non ho capito nè il titolo nè le varie premesse della trama, se qualcuno le ha capite fatemelo sapere perchè sono confusa. 

Se mi seguite o avete letto alcune mie recensioni sapete che raramente boccio completamente un romanzo perchè mi piace pensare che in ognuno di esse ci sia qualcosa da salvare, in questo non c'è, mi dispiace moltissimo ma non ho trovato una singola cosa che mi piacesse, come dicevo su, mi è sembrata un'accozzaglia in cui l'autrice ha tentato di trattare temi profondi (forse eh, sto solo cercando di interpretare cosa ho letto) senza riuscirci quindi proprio non capisco l'hype (priscio se siete del sud), tutto questo entusiasmo per un romanzo che, a mio modesto parere (perchè de gustibus), non trasmette niente, non dice niente e non va' assolutamente da nessuna parte - ripeto, non l'avrò capito io ma,vi prego, allora spiegatemelo. 

Quindi per me è un grandissimo NO, non vale per niente la pena se non per la bellissima cover che, voglio dire, non salva la patria se il resto da' a desiderare. 

Cosa ne pensate? Lo avete letto? 
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!