venerdì 30 giugno 2017

Blogtour e Giveaway “Gay for Pay” di T.M. Smith - Intervista all'autrice

Buongiorno a tutti e buon venerdì, oggi vi propongo la mia tappa del BT di Gay for Pay di T.M. Smith, edito Quixote Edizioni (al prezzo di 4.99 euro per la versione digitale e di 9.24 euro per la versione cartacea - potete acquistarlo qui e qui)

Gay for pay cover ita

Christopher Allan Roberts pensava di avere un futuro promettente: una borsa di studio in Alabama, Amanda, la sua ragazza al proprio fianco e il supporto e l’amore della famiglia. Una notte, un errore, e tutto cambia. Chris si trasferisce a New York, solo e alla deriva. Una passeggiata notturna lo porta per caso nel club Berlin, dove trova un volantino che promette fama e ricchezza per chiunque sia disposto a mettersi davanti a una telecamera e fare sesso con un altro uomo. I soldi sono pur sempre soldi e, in fondo, quanto può essere difficile? Christopher Allan Roberts diventa Kris Alen, l’ultimo arrivo su All Cocks, una pornostar che diventa gay dietro compenso. Lincoln Carter è sempre stato sincero con tutti, compresa la famiglia, riguardo a chi sia e alle proprie inclinazioni sessuali. Linc Larson, pornostar gay nonché bisessuale dichiarato, è pronto a fare qualunque cosa con chiunque, il che gli apre tutte le porte in un settore in cui la versatilità è tenuta in alta considerazione. Ciò che ora Linc vuole è la possibilità di girare una scena con l’ultimo acquisto di All Cocks, Kris Alen, ma non sa se ad attrarlo sia il desiderio di “provare il giocattolo nuovo”, oppure l’espressione distante e ferita che risiede nella profondità degli occhi di Kris. Linc scopre presto che Kris sta lavorando come gay a pagamento solo per racimolare un po’ di soldi. Può un bisessuale con problemi di fiducia rompere le barriere che Kris ha eretto intorno a sé, e aiutare quindi Christopher a superare il doloroso passato da cui sta scappando?
Gay for Pay è la storia di due uomini che dovranno fare i conti con gli errori commessi in passato, se vogliono rimanere insieme e avere un futuro.  
blogtour
L'intervista all'autrice è divisa in tre parti, la mia e quella della altre due blogger che hanno diviso con me la tappa. Ognuna di noi ha stilato domande differenti e ognuna di noi posterà le rispettive risposta. Alla fine delle domande torvarete un link che vi porterà alle domande della altre due blogger! Bene, direi che è il momento di cominciare.

- Does one of you characters resemble you either physically or mentally?
- C’è un tuo personaggio che ti somiglia fisicamente o caratterialmente?

Not in the All Cocks series, not especially. There is a carácter in the Opposites series, Amaya, that I sort of molded after my persona. That being said, there is at least one carácter in every book I write that is inspired by someone in my life. You’ve already read Gay for Pay and I’ve been really open about the two men that truly inspired Chris and Linc (Jordan Levine and Caleb Strong of Randy Blue). 

Non nella All Cocks Serie. C’è un personaggio nella Opposites Series, Amaya, che ho modellato a mia immagine. Ma c’è in ogni mio libro almeno un personaggio ispirato da una persona che conosco. Hai già letto Gay for Pay e sono stata molto chiara a proposito dei due uomini che hanno ispirato Chris e Linc (Jordan Levine e Caleb Strong dei Randy Blue).


- When did you start writing?
- Quando hai iniziato a scrivere?

I started the initial concept for Opposites in 2010 and the first book published in 2013. 

Ho iniziato a buttare giù Opposites nel 2010 e ho pubblicato il primo romanzo nel 2013.


- Have you been to a gay club before writing the book in order to recreate the atmosphere? 
- Sei stata in un club gay prima di scrivere il libro così da ricreare al meglio l’atmosfera?

Yes! There’s a reason the All Cocks stories are set in New York. The Monster bar, which I talk about in almost every book, is this amazing gay bar across the street from The Stonewall bar in NYC. I actually met the cutest bartender there (Gio) the first year I visited the bar and I wrote him into the books hoping to do a photo shoot with him. Sadly, it never panned out so.... you’ll have to wait to see what happened to the character. Don’t want to spoil anything for you. 

 Si! C’è una ragione per la quale la All Cocks serie è ambientata a New York. The monster bar, del quale parlo in quasi ogni romanzo, è un fantastico gay bar difronte al The Stonewall bar a New York. Ho conosciuto un fantastico barista lì (Gio) il primo anno che ho visitato il bar e ho scritto di lui nei libri sperando di fare un servizio fotografico con lui. Sfortunatamente, non è mai successo…dovrete aspettare di leggere cosa è successo al personaggio. Non voglio spoilerare niente.


- How did you get the idea for the website “All cocks”? 
- Come hai avuto l’idea per il sito “All Cocks”?

First off, I’m a HUGE Cockyboys fan. I love the site, the videos, the models and the threesome that run the site. The term “All Cocks” was simply a place card early on. I didn’t have a name for my “mock” porn site in my head yet so the first thing I thought of was all cocks so I used it and after typing it so many times, it stuck. I went back and wrote Victor’s line at the BBQ “All Cocks, all the time” after the fact. I also got the idea to create this working threesome, three men, that not only had a loving, successfull relationship; but they were also able to run this company together seemlessly from the reigning kings of Cockyboys. 
Prima di tutto, sono una GRANDE fan dei Cockyboys. Amo il sito, i video, i modelli e i trisome che ci sono nel sito. Il nome “All Cocks” era solo un biglietto da visita all’inizio. Non avevo un nome per il mio “finto” sito porno nella testa così il primo nome che mi è venuto in mente, all cocks, l’ho poi utilizzato, dopo averlo digitato così tante volte che mi è rimasto impresso. Sono tornata a scrivere la frase di Victor al barbeque “All Cocks, all the time” successivamente. Ho anche avuto l’idea di creare questa trisome lavorativa, tre uomini, che non solo hanno una soddisfacente relazione amorosa; ma che sono anche in grado di dirigere una compagnia insieme diversamente dal re dei Cockyboys. 

Queste erano tutte le mie domande e le rispettive risposte dell'autrice, per leggere le domande della altre due blogger cliccate sui loro nomi : La sala da te di una lettrice e Letture sale e pepe e non perdete le risposte di questa fantastica autrice!
Cosa ne pensate? Avete trovato l'intervista interessante?
Al prossimo post,
Nali <3

2 commenti:

  1. Questo libro mi intriga davvero molto ... E le tue domande non fanno che accrescere la curiosità :)

    RispondiElimina
  2. L'intervista alla fine si è rivelata molto soddisfacente!
    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=10209567650284890&id=1136581970

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!